Categorie
Cronaca

Veneto, il figlio del manager “untore” : si al TSO

Di pochi giorni fa la notizia dell’impreditore della Laserjet in provicia di Vicenza trovato positivo al corona virus ma che si era rifiutato di il ricovero in ospedale, ma che ora lotta per la vita, ricoverato in terapia intensiva  gravi condizioni per polmonire interstiziale dovuto appunto all’evolversi della malattia. Oggi il Corriere della Sera ha intervistato il figlio :  «Al suo comportamento non trovo alcuna giustificazione logica» commenta  «una leggerezza o una sottovalutazione del pericolo al quale stava andando incontro. E pensare che papà all’inizio era molto attento a ogni forma di prevenzione… Ad ogni modo ha sbagliato, e questo non si discute». Il ragazzo riprende quanto detto dal governatore   Zaia rimancando che condivide il ricovero coatto per chi, come il padre è positivo e rifiuta il ricovero., rimarcando il senso di responsabilità di ognuno a tutela della Comunità e della salute pubblica

 Ad oggi comunque il rischio di un nuovo focolaio a Pojana Maggiore. Pare che il manager abbia contratto il virus in un paese dei Balcani dal quale è rientrato il 25 giugno 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *