Categorie
EUROPA & MONDO

Le piogge torrenziali provocano 18 morti e 30 dispersi in Brasile

Le piogge hanno causato alluvioni in diverse città che hanno lasciato diverse località completamente ricoperte d’acqua  Forti piogge che puniscono da lunedì la regione sud-orientale del Brasile ha causato la morte di almeno 18 persone e 30 disperse in tre comuni della costa di San Paolo, lo stato più popoloso del paese, hanno riferito martedì  fonti del corpo di i vigili del fuoco.  Secondo l’ultimo bollettino dei vigili del fuoco, la spa di Guarujá – a circa 80 chilometri da San Paolo – è stata la più colpita dalle forti piogge che hanno lasciato 15 morti e 22 dispersi. A Santos – quartier generale del più grande porto dell’America Latina – le piogge hanno causato almeno 2 morti e 6 sono scomparse; e nella vicina Sao Vicente ci fu una morte mentre il corpo di soccorso cercava due persone scomparse.

“Stiamo lavorando per localizzare le persone in vita, ma è una corsa contro il tempo, perché sappiamo che, più tempo passa, più sarà difficile trovare sopravvissuti”, ha detto ai giornalisti il ​​direttore della Protezione civile Henguel Ricardo Pereira. Le piogge hanno causato alluvioni in diverse città che hanno lasciato diverse località completamente ricoperte d’acqua. Ci sono alluvioni nei centri sanitari, sbarramenti di barriera sulle principali strade di accesso e frane di dozzine di alberi. Inoltre, il servizio di trasporto pubblico è stato paralizzato in varie parti della regione e diverse strade sono state bloccate. Secondo le autorità, la tempesta si è verificata a causa della formazione di un’area a bassa pressione sulla costa di San Paolo, associata alla circolazione dei venti ai massimi livelli dell’atmosfera.

La Protezione civile ha indicato che le precipitazioni accumulate a Guarujá sono state di 282 millimetri, mentre a Santos ha raggiunto 218 millimetri e in Sao Vicente 169. Per l’intero mese di marzo, sono stati programmati 257,3 millimetri di acqua accumulata.