Categorie
In evidenza

Il CAVALLO non e’ un PORTATORE del Coronavirus!!

Gent.mo Sig. Sottosegretario del Ministero delle Politiche Agricole con delega all’Ippica,On. Giuseppe L’Abbate;

 
<Come portavoce del Comitato padovano contro il doping e la macellazione dei Cavalli da corsa,in questo periodo drammatico per tutta l’Italia,a causa della psicosi del “Coronavirus” che ha sconvolto il nostro vivere quotidiano,ritengo che l’unica nota “positiva”(se cosi’ vogliamo chiamarla…)di quanto sta’ accadendo attorno a noi;sia la riscoperta dello spirito di comunita’,di socializzare,del “prendersi” per mano,che avevamo “smarrito” a causa dell’avvento dei vari social e tornare a capire,quanto ancora siano importanti e fondamentali i rapporti umani non “virtuali”!
Considerata la chiusura “forzata” degli Ippodromi Italiani,La inviterei a lanciare degli spot televisi,ecc.,per “sfatare” le varie “FAKE NEWS”,che stanno creando solo dello squallido ed insensato “terrorismo”;precisando che i Cavalli NON sono portatori di alcun genere di VIRUS(come del resto tutti gli altri animali,anzi sono loro a rischio contagio per causa di noi umani:vedi il caso del morbo della cosidetta “Mucca pazza”,causato dalle schifezze con le quali l’umano,costringeva ad alimentarsi le povere mucche!),ma anzi chi li frequenta,puo’ solo trovare del beneficio per la sua salute e negli equilibri psico/fisici,considerato che i Cavalli,sono da sempre una formidabile “medicina” naturale per noi umani!
I Cavalli ti fanno scoprire il valore del silenzio,ti fanno capire che molte parole non servono a nulla(quante ne “sprechiamo” ogni giorno noi umani!),sanno conservare dei valori che noi umani abbiamo “dimenticato” nel tempo e per stare meglio con noi stessi,sarebbe sufficiente un affettuoso abbraccio quotidiano con il nostro adorato Cavallo,che ci “parla” con i suoi occhi e se solo fossimo piu’ umili nel riuscire a seguirne l’esempio,sicuramente vivremo in un mondo migliore!
Concludo con questa frase:”Senza di me,un Cavallo rimane tale,nobile e fiero. Ma io,senza il mio Cavallo,sono semplicemente un uomo”>.
 
La ringrazio per l’attenzione che mi ha dedicato ed in attesa di un Suo positivo riscontro,l’occasione mi e’ gradita per inviarLe i miei piu’ distinti saluti e sinceri auguri per il Suo lavoro Istituzionale.
 
In fede:
Celin Sergio